Sei in Home Chi Siamo

Chi Siamo

PDF Stampa E-mail Lunedì 19 Gennaio 2009 12:09

BIOGRAFIA DELLE BRIGATE ALIMENTARI


Il voler tracciare un itinerario temporale dell’esperienza racchiusa sotto la sigla BRIGATE ALIMENTARI, comporta una certa dose di coinvolgimento sentimentale.
Si tratta infatti di riallacciare motivazioni che ci hanno indotto a riassumere le nostre individualità sotto l’egida di un’identità collettiva che esprimesse pienamente i nostri obiettivi morali e materiali.

L’inizio di questo processo a ritroso nel tempo può essere collocato all’incirca nella prima metà degli anni 80 del secolo scorso quando, adolescenti, iniziammo a frequentarci grazie alle comuni esperienze scolastiche. Si parla spesso a sproposito di presunte affinità elettive e via discorrendo ma effettivamente se questa definizione può avere un senso compiuto lo ebbe certamente per la nostra sparuta compagine che fin dall’inizio manifestò una perfetta comunità d’intenti.
Alla base di questo percorso di crescita personale ci fu, oltre ad una subitanea empatia reciproca, uno spiccato ed insaziabile interesse di ricerca e sperimentazione in prima persona dell’universo eno-gastronomico.

Logo Brigate AlimentariLe prime partecipazioni ad eventi di questo tipo, furono soprattutto manifestazioni a carattere locale dove si cercava di combinare un’offerta di qualità a prezzi contenuti.
Se, come si può facilmente immaginare, in un primo momento prevalse un atteggiamento goliardico/edonistico, dovuto prevalentemente alla giovane età ed inesperienza, in seguito apparve chiaro a tutti che oltre al puro svago e piacere personale si potevano tessere relazioni durature che avrebbero sfidato il passare degli anni.
Proprio grazie a questi primi passi sentimmo l’esigenza, di dotarci di un nome che racchiudesse in se il valore della nostra esperienza e rafforzasse ulteriormente l’unione di tutti i partecipanti. La scelta abbastanza casuale fu appunto la denominazione di BRIGATE ALIMENTARI in cui si evidenziava l’approccio ardito nei confronti della materia culinaria, ovverosia una ricerca di qualità che avesse le propri radici nella tradizione popolare dei vari territori lasciando da parte le realtà elitarie fini a se stesse e privilegiando una cultura alimentare che provenisse dal basso.

Intrapresa questa strada ci si dotò di una sorta di divisa (una t-shirt bianca con stampato sul retro il logo che potete ammirare nel sito) in modo tale da risultare immediatamente riconoscibili nelle varie manifestazioni.
Inoltre, sotto questa veste, i contatti con i vari commensali ed altri gruppi affini si stabilirono più facilmente grazie all’alone di simpatia che questa iniziativa veniva a sprigionare. Successivamente, allo zoccolo duro dei fondatori, si affiancarono vari membri che contribuirono ad allargare la schiera degli accoliti.
Appunto questi primi anni, che vanno dalla fine degli anni 80 a metà anni 90, furono il periodo di maggiore partecipazione ad eventi e di un più assiduo coinvolgimento di tutti i membri alle varie iniziative. A questo proposito, oltre alla frequentazione di incontri eno-gastronomici aperti a tutti, organizzammo feste dedicate a varie tematiche con partecipazione esclusiva dei membri del gruppo. In seguito, esaurito il primo periodo di straordinaria operosità, cominciarono a manifestarsi le prime tendenze centrifughe, dovute sia a nuove scelte di vita sia in parte ad eventi avversi, le quali contribuirono a minare l’organizzazione.
Il periodo di stallo che si protrasse per alcuni anni servì a rinsaldare il rapporto tra coloro che rimanevano nell’orbita di essa ed a far maturare la possibilità che il progetto delle BRIGATE ALIMENTARI, da pura idea di un collettivo aperto, divenisse una vera e propria associazione, redatta con tutti i crismi del caso.
Questo è per l’appunto il presente nel quale proveremo ad interagire con tutti coloro che riterranno utile e proficua la nostra partecipazione.